読者です 読者をやめる 読者になる 読者になる

時事イタリア語

イタリア語の新聞で最新のニュースを読みます

シリア文化省文化財博物館総局のアブドルカリム局長、まだパルミラのベル神殿は残っていると主張

 

シリアの文化省文化財博物館総局のアブドルカリム局長、まだパルミラのベル神殿は残っていると主張しています。ただ衛星写真は冷酷に破壊の様子を示していました。残念ながらこちらは誤報だったようです。

www.lastampa.itざん

 

 

Il tempio di Bel resiste alla furia dellIsis (per ora)

Maamoun Abdulkarim, capo del Dipartimento Antichità e Musei in Siria spiega che cosa è successo a Palmira: «Qualcosa deve essere andato storto, ora il rischio è che ci riprovino»
ANSA

Il tempio di Bel a Palmira

 
 
 Le mura romane risalenti a 2000 anni fa resistono agli esplosivi del Califfo e i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) non riescono ad abbattere il Tempio di Bel a Palmira. Ad affermarlo è Maamoun Abdulkarim, capo del Dipartimento Antichità e Musei in Siria, spiegando alla tv Bbc che «dopo una grande esplosione all’interno del perimetro, la struttura dei tempio, le sue colonne e il santuario sono ancora intatti».  

 

Precedenti resoconti, da parte di residenti locali, avevano indicato l’avvenuta completa distruzione del tempio romano ma Maamoun Abdulkarim adesso smentisce: «I danni inflitti sono parziali, è ancora in piedi». Impossibile verificare cosa sia avvenuto, ma è possibile che qualcosa sia andato storto nell’opera degli artificieri del Califfo: quantità di esplosivo, posizionamento delle cariche o tattica della demolizione hanno giocato un brutto scherzo a Isis.  

 

Da qui la possibilità che la demolizione del Tempio di Bel venga ora tentata nuovamente, con impiego di cariche più potenti. La scorsa settimana Isis aveva demolito con facilità il Tempio di Baalshamin adoperando proprio, sempre secondo Maamoun Abdulkarim, «una grande quantità di cariche ad alto potenziale».  

 

Il Tempio di Bel, dedicato agli dei di Palmyrene, risale all’anno 32 ed è considerata una delle strutture meglio conservate dell’antica città romana di Palmira catturata dai jihadisti nel mese di maggio.